L’AMATO PERICOLOSO – Lettera n.3

ROMANZO EPISTOLARE

Sergio mio,

sono qui ad attenderti mentre qualche volta ho formato il tuo numero inutilmente.

Mi chiamerai? Amore?

Lascio nel dubbio più straziante questa mia risposta perché per me essa vuol dire la vita.

Tesoro caro, so di amarti ancora di più, ora nel dolore più atroce.

Stamani mi hai uccisa ma non così come io avrei voluto finire la vita realmente dalle tue mani.

Che importa ormai vivere se dalla bocca della persona amata oltre la vita non c’è stato che offese e disprezzo?

Fa, amore, che solo la bocca le abbia pronunciate ma il cuore non le abbia ascoltate.

Sergio mio, ho la vita troncata da stamattina e so di non poter resistere così.

Ti amo, tesoro mio, e ti prego nell’umiltà più pietosa di non togliermi questo affetto a cui mi son legata così profondamente, sento ormai di non poterne fare a meno, e so che vivere senza di esso è cosa inutile per me.

Senza di esso la mia colpa trascende sulle spalle, colpe che tu con i tuoi sentimenti e le tue più care espressioni hai sempre cancellato nel mio animo.

Ora no, è vivo e sono ore disperate che io trascorro nell’attesa.

So, Tesoro, che sto elemosinando il tuo affetto così come un povero può elemosinare un tozzo di pane, e per me ha lo stesso valore, perché è il sostentamento unico di questa mia giornata e non ho orgoglio né vanità che mi fermi.

Mi amerai, amore, tesoro, così tanto come me ne hai voluto fino ad oggi, non per pietà ma per devozione ed affetto supremo.

Sergio caro, vorrei averti qui perché tu possa leggere  la mia disperazione. Dimmi, mi amerai ancora?

Ancora tanto senza nessuna ombra o vorrai che io finisca così, nel tuo amore negato, questa vita vuota senza di te?

Son pronta a tutto ormai e nulla di spaventoso mi da timore, ma forse sollievo se penso di continuare una vita sola e senza il tuo appoggio e la tua comprensione.

Sergio, ti prego, credimi ancora, non ho colpa alcuna che possa farmi arrossire prima di te, è per questo che voglio il tuo amore puro, senza ombre. Voglio il tuo animo per affiancarlo al mio nell’attesa straziante che anche il mio corpo possa quanto prima sostenersi con il tuo.

Nulla potrà mai allontanarti da me. Troppo ti amo, troppo mi sei necessario, amore, troppo la mia vita è ormai legata alla tua e, per difendere questo affetto, sono pronta a sacrificare per esso tutti gli altri che ho.

Sono dure le parole che ho ascoltato oggi dalle tue labbra, labbra che avrei voluto suggellare coi baci della pace e della serenità.

Sergio, in virtù del bene che hai nutrito fino ad ora per me, rimetti quelle parole perché siamo uniti in un modo indissolubile e fa che da questo atto io possa riprendere vita e fiducia.

Torna a me la catenina affinché io possa legarla ancora sana sul tuo collo, fiduciosa che quella Madonnina, che tante volte mi hai fatto fremere vedendola serrata tra le tue labbra, mi aiuti e mi conceda quel Sergio tanto caro che nessuna cosa al mondo potrà mai cancellare dal mio cuore.

Sergio, sono le due e già dieci volte ho formato il tuo numero.

Sono disperata nell’attesa che non vorrei mi fosse fatale.

Amore mio, non puoi distruggere per nulla le nostre ore care vissute insieme e tutto ciò che ci ha tenuto tanto uniti per ben sette mesi, per una parola banale.

Ho giurato a Dio di non farti alcun torto, mai in virtù di tutto il bene che hai saputo dare al mio cuore e non potevo credere che per parole senza senso ora potessi soffrire così intensamente.

Sergio mio, non son più capace di scriverti; ho un nervoso che mi spinge solo a formare il tuo numero e sento con strazio che suona ripetutamente a vuoto per me.

L’attesa è spasmodica e mi sfibra.

Non posso continuare a scriverti perché solo la tua voce potrà calmare il mio stato.

Sergio, ti amerò sempre tanto. Se tu non vorrai darmi il conforto necessario andrò a cercarlo tra le braccia di chi ti mise al mondo e se anche lei sarà aspra come te è inutile che io continui questa vita infelice ormai.

Ada per sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: